L’ anello protettivo

di Anna Fraddosio Commenta

La protezione per chi pratica magia è indispensabile per proteggersi da energie negative esterne che possono attaccarci durante un rituale, un incantesimo, o durante una qualsiasi invocazione, ma anche da energie negative che possono venire da persone che non sono ben intenzionate nei nostri confronti, persone che seppur inconsciamente mandano degli influssi negativi nella nostra vita, ed inoltre ovviamente per proteggerci da malocchi e fatture di vario genere. Ci sono molti tipi di protezione, ci possiamo proteggerci con un talismano caricato per lo scopo, un sacchettino di erbe esorcizzanti, questi metodi però, per chi non volesse dare spiegazioni del perché si ha un determinato oggetto, non sono un mezzo conveniente.

Quindi, il modo migliore per proteggersi e non destare sospetti, è portare un anello caricato adeguatamente, ovviamente, un anello semplice, che appunto non dia nell’occhio, che abbia però una certa importanza per voi, anche un anello con una pietra piccola che sia affine a voi, o che abbia potere protettivo. Vediamo, però, cosa occorre per purificare e caricare al meglio il vostro anello protettivo.

Occorrente

Ciotola
Acqua
Sale grosso
Candela rossa
Candela bianca
Vaso di terra
Incenso alla lavanda
Collana d’argento
Altare

Procedimento

In notte di Luna calante, in una ciotola, versate un po’ d’acqua con del sale grosso, mescolate ed inserite il vostro anello, così da purificarlo, asciugatelo, e mettetelo nel vaso di terra per tutta la notte.

Al mattino successivo, dissotterrate in vostro anello, e preparate il vostro altare con una candela rossa ed una bianca, e dell’incenso alla lavanda. Legate l’anello alla collana d’argento, e ponetelo prima sulla candela rossa e poi su quella bianca, infine affumicatelo con il fumo dell’inceso, mentre fate tutto ciò dite:

“Anello caro, fatto di metallo e fuoco,

fatto di aria e di magia

Ascolta la preghiera mia!

Che tu sia benedetto!

Benedici me che ora t’indosso

E proteggi me dal mare mosso.

Proteggi me dalla maldicenza e dall’ignoranza.

Proteggi me dalle intemperie e dai nemici.

Così voglio così è così sarà!”

Lasciate consumare entrambe le candele, i cui resti verranno in seguito gettati un spazio di terra, lasciate inoltre un’offerta ad ogni elemento. Indossate finalmente il vostro anello, ed ogni sera, per un po’ di tempo, visualizzate un fascio di luce dorata che parta dall’anello e vi avvolga come un mantello, questo potrete farlo anche in qualunque momento vi sentiate minacciati. Una volta al mese, ricordatevi di caricarlo alla luce della Luna crescente almeno per una notte, ed ogni tanto purificatelo e ricaricatelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>