Con il fuoco e con il sangue II parte

di Anna Fraddosio Commenta

…Continua

Ora prendete la foto del vostro amato, con una penna rossa, sul retro della foto scrivete ciò che desiderate, meditate sulla felicità di coppia, visualizzatevi insieme al vostro amato entrambi felici del vostro amore, visualizzate il vostro amore protetto e forte. Sentite il vostro cuore che batte solo per lui, pensate al vostro amore, pensate che lui possa amarvi come voi amate lui.

Ora invocate la vostra divinità o Dio o Dea e dite;

“Io invoco te (nome della divinità)
ascolta la mie preghiera,
ascolta la mia supplica.
Con il cuore colmo d’amore
chiedo che il mio amato/a possa amarmi come desidero”

Spiegate ad alta voce il vostro desiderio, cercate di spiegare i vostri sentimenti, una volta terminato, visualizzate mentalmente quello che desiderate, in modo tale da comunicare sia verbalmente che psicologicamente, con lo spirito della divinità.
Ora dovrete donare un po’ del vostro sangue, quindi prendete lo spillo, l’ago o ciò che avete scelto e pungetevi o fate un minuscolo taglio sul dito anulare della mano sinistra. Fate attenzione, basta giusto qualche goccia, che verserete sulla foto del vostro amato, e dite;

“Il sangue e il dolore sacrifico per il tuo amore
offro me stessa a te,
offro il mio sangue a te
offro la mia vita a te.
Che questo sangue carico d’amore per te
possa scorrere dentro di te,
possa tu, quindi, amarmi come io amo te.”

Assicuratevi che il sangue smetta di uscire, e poi dite:

“Il tuo sangue è legato al mio
il tuo cuore batte solo quando incontra il mio.
Cosi voglio cosi è.
Mi affido alla legge del tre
ciò che ho donato io riceverò;
ciò che mi è stato tolto io possa ottenere.
Io dono amore, io ricevo amore;
Io dono amore, io ricevo amore;
Io dono amore, io ricevo amore!
Cosi Sia, così voglio, così è!”

Bruciate la foto sulla candela nera, e lasciatela che si consumi nel calderone, visualizzate che ciò che desiderate abbia successo. Una volta che la foto sarà completamente bruciata, e tutte le altre candele si saranno consumate, ringraziate e congedate lo spirito o divinità, e rilasciate il cerchio. Ciò che resta della foto e della candele, dovrete seppellirlo alla base di un albero che ha molti anni, in modo tale che la sua saggezza e la sua forza possa donare più forza all’incantesimo. Ora non vi resterà altro che attendere il ritorno del vostro amato/a.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>