Incantesimo di riappacificazione

di Anna Fraddosio Commenta

Se avete litigato con la persona a cui tenete, se adesso ella vi tiene il broncio è giunto il momento di provare l'incantesimo di riappacificazione.

L’incantesimo di riappacificazione: riappacificarsi è spesso più difficile del previsto! Non c’è cosa peggiore che litigare con una persona a cui teniamo,ma spesso ci sono incomprensioni che ci portano ad alzare la voce e a volte a dire cose cattive che non pensiamo, così feriamo la persona che vogliamo bene e la rabbia crea uno spazio di silenzio tra voi e loro.

riappacificazione
L’incantesimo che vedremo oggi è l’incantesimo perfetto per chi vuole riappacificarsi, per chi vuole sistemare le cose, eliminare il rancore, la rabbia e la delusione che ora vi tiene lontani. Questo può essere fatto anche dai neofiti, da chi non è pratico di magia, quello che importa è crederci e avere rispetto per la natura. Ed ora vi starete chiedendo cosa centra il rispetto per la natura; ebbene è proprio la natura che in questo caso vi aiuterà: la natura ed una sciarpa. Passiamo dunque a capire cosa ci serve e cosa dobbiamo fare per eseguire l’incantesimo.

Incantesimo di riappacificazione

Cosa ci occorre

  • Una sciarpa molto lunga
  • Un albero (se avete un albero preferito ancora meglio)
  • Offerta all’albero (frutta o acqua)

 

Come eseguire l’incantesimo

Recatevi all’albero prescelto, un albero che vi ispiri simpatia o pace o gioia. Tenendo la sciarpa con la mano destra, iniziate ad avvolgerla intorno all’albero in senso antiorario dicendo:

“Dove c’è dolore ora l’amicizia regna. Ed il male è sparito. Cosi’ Sia!”

Ripete questa frase per ciascun giro: i giri che dovrete fare intorno all’albero sono esattamente nove. Terminate i giri posate la mano sull’albero con dolcezza e dite:

“Possano l’amarezza ed i cattivi sentimenti essere riparati. Ed il male sparire. Cosi Sia!”

Ora fate tre nodi alla sciarpa per fermarla all’albero, e dite:

“Il primo nodo per la fine del dolore,
il secondo nodo per legare le due persone insieme,
il terzo nodo per fare pace.
Così Sia!”

Siamo giunti alla fine: ringraziate l’albero per la sua generosità e la sua pazienza e offritegli quello che gli avete portato. Tornando verso casa pensate ad un messaggio o ad un modo carino per chiedere scusa e far pace con la persona cara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>