Incantesimo di vendetta in sette giorni

di Anna Fraddosio Commenta

Esistono pareri discordanti sulla vendetta; c’è chi dice che “è un piatto che va servito freddo”, c’è chi riesce a vendicarsi quando il torto è ancora fresco e c’è chi la vendetta non la vede come un’alternativa e lascia fare alla giustizia divina. Ma ammettiamolo farci giustizia da soli per i torti subiti spesso è salutare, aldilà di farci sentire potenti e perfidi (non siate ipocriti questo senso di onnipotenza piace a tutti=.

La magia serve anche a questo no? Oggi vedremo come possiamo farci giustizia per il male subito, facendola pagare cara a chi ci ha “tradito”.

Ciò che ci occorre

Una candela nera dalla figura umana
Foglie secche di mora
Un pezzo di stoffa nero
Filo di cotone nero
Martello
Una pala (vi servirà per scavare, ovviamente non per seppellire il corpo)

Ciò che dovrete fare

L’incantesimo dovrà essere iniziato di sabato.
Preparate a portata di mano tutto ciò che vi occorre.
Prendete la candela a forma umana e incidete il nome del nemico, cospargetela con le foglie spinose essiccate delle more e avvolgete tutto nel pezzo di stoffa nero, che dovrà fungere da sacco. Cucite tutto bene con il filo nero.

Adesso dovrete prendere tutto l’odio, la rabbia ed il rancore e scaricarlo sul “pacchetto”, quindi prendete il martello e con rabbia e forza bruta date tre colpi netti. Ogni giorno, per sette giorni dovrete sussurrare al sacchetto quello che desiderate il nemico patisca, e colpire il sacchetto per altre 3 volte. Alla fine dei 7 giorni, dovrebbe non esserci rimasto molto se non la polvere. Assicuratevi che sia stato ben distrutto; sotterrare il sacchetto in un cimitero (se e possibile) o scavate una buca profonda. Una volta fatto ciò, non guardatevi indietro e non abbiate rimpianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>